Scopa Elettrica Robusta

Quando una scopa elettrica è robusta?

Questa tipologia di macchine spesso viene riposta in piedi (sarebbe sempre consigliato apoggiarle a muro o appenderle ad un gancetto) e, per via della loro forma verticale, l’equilibrio non sempre è la loro caratteristica migliore; per questo può capitare che queste cadano accidentalmente e possano quindi verificarsi spiacevoli rotture in particolar modo alle plastiche.

Plastica robusta

Le plastiche

Il principale fattore per capire la resistenza di una scopa è analizzarne le plastiche da cui è composta.

Queste possono essere più o meno spesse ed avere dei rinforzi interni per garantirne la massima integrità.

La soluzione migliore come presentato in foto è una plastica sia spessa che con delle rigature interne incrociate in modo da renderla compatta ed in grado di resiste agli urti ed alle cadute accidentali.

Motore

Il Motore

Elemento fondamentale e cuore di ogni scopa elettrica è il suo motore. Questo incide naturalmente sul prezzo complessivo dell’apparecchio ma cercare il risparmio su questa caratteristica spesso può essere un errore fatale.

Alcuni motori di alta qualità possono durare tranquillamente più di una decina di anni (alcuni arrivano anche a 30 anni) nel’utilizzo domestico; altri invece, dopo qualche anno si fermano e, nella gran parte dei casi, la riparazione ha un costo superiore a quello della macchina.

Un buon motore non deve avere una potenza elevatissima (un buon valore è sui 700 W) ma ,con questa, deve riuscire a creare una buona depressione ed una buona portata d’aria. Nell’analisi di una scopa questi sono i valori fondamentali da prendere in considerazione.

Un altro elemento importante per valutare la durata di una scopa elettrica è il motore, il principale componente sottoposto ad usura e la cui rottura comporta il fermo totale dell’elettrodomestico. Non bisogna farsi illudere da quei motori che riportano W altissimi. Spesso questo valore tende a confondere; più che l’efficacia aspirante questo valore rappresenta i consumi. Molto spesso le macchine più performanti in commercio hanno valori che si aggirano intorno ai 700 W.

Sarà necessario quindi valutare bene queste due caratteristiche per scegliere l’apparecchio migliore.